ERASMO
di Natale Missale

 

Io sono nato a Rotterdam:

Erasmo Desiderio, servo vostro!

Mi sono fatto prete

e poi mi son spretato.

A parer nostro,

c'Ŕ un'orda di filosofi

davvero deliranti,

che nelle loro menti

erigono pi¨ mondi;

dichiarano d'avere,

senza esitazione,

tutte le veritÓ.

 

Credetemi: elucubrazioni.

Non sanno niente, niente di niente:

la loro mente bacata Ŕ.

La loro mente, mente e rimente,

Ŕ solo gente da blÓ, blÓ, blÓ

 

Se uno canta in do,

l'altro risponde in fa,

creando sibemolli diesizzati!

Se uno dice in si,

l'altro rimanda in la;

son solo burattini elettrizzati.

 

La vita Ŕ pratica,

mica teorica,

togli la tonaca

al colloquiar.

La vita Ŕ solida,

la vita Ŕ semplice,

gli antichi Padri

sapevano.

 

La mia pazzia ha un ampio raggio:

da quella tipica dell'uomo a pezzi

a quella che ama Ges¨ e la croce.

 

Pazzia ti spezza solennemente

tutte le maschere che l'uomo fa;

pazzia ti spazza magicamente

ci˛ che nasconde la veritÓ.

 



Indietro